Contattami

Contattami
Per scrivermi clicca sull'immagine

Contest Vinti

Contest a cui partecipo

Preleva il mio Banner

Batuffolando Ricette

Traduttore

English French German Spain Russian Portuguese

Condividi

Post Casuali

Commenti Recenti

Sono su Alice Cucina di agosto 2015

Sono su Alice Cucina di agosto 2015
Con la mia ricetta: peperoncini ripieni alla piemontese

Sono Su Il Giornale.it

Sono Su Il Giornale.it
Con la mia ricetta: risotto allo zafferano con salsiccia e toma piemontese

La mia collaborazione con LionsHome

Faccio parte di

Faccio parte di

Lena

Lena
..snob..io?

Jighen & Seng

Jighen & Seng
L'ora della pappa....

Jerry Lee & Zanna Bianca

Jerry Lee & Zanna Bianca
... sempre insieme

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

Comunika food

Welcome!

Welcome!
lunedì 5 agosto 2013

Il procedimento per le zucchine da conservare sott'olio è simile a quello per le melanzane, l'unica differenza sta nello sbollentarle un secondo e il fatto che si conservano per un periodo più breve.
Si differenzia per il condimento, ma anche questo, in realtà, è a piacere. Anche la quantità è a piacere.

Cosa serve:

zucchine

sale
aceto di vino bianco 
basilico fresco
alloro
aglio
maggiorana
olio di oliva (o evo)

Lavare e togliere le estremità alle zucchine di media grandezza.

Tagliarle a fette oblique abbastanza spesse, diciamo tra il mezzo cm. e il cm. (meglio 1 cm. che 1/2 cm. comunque...) perchè poi si ridimensioneranno molto, se si dovessero tagliare già sottili poi sparirebbero.
 

Mettere le fette di zucchina in un colapasta, a strati, cospargere ogni strato con sale fino per far spurgare l'acqua.
Coprire con un piatto e lasciare riposare qualche ora.
Mettere sul fuoco metà acqua e metà aceto in un pentolino, non occorre che sia grande: 1 - perchè così non si sprecherà aceto; 2 - intanto si mettono a bollire poche zucchine per volta.

Come quantità va benissimo mezzo lt. di aceto e mezzo d acqua (ma anche meno si può fare 300 ml/300 ml.)


quando bolle tuffare due manciate di zucchine (non di più) e riportare a bollore. APPENA RICOMINCIA IL BOLLORE non lasciare assolutamente cuocere un minuto di più, ma con l'aiuto di una schiumarola, togliere le zucchine dal liquido di cottura e metterle in una ciotola.

Mettere un altro paio di manciate di zucchine a bollore e via così fino a che si siano fatte sbollentare tutte.

Allargare le zucchine sopra un piano (va bene la spianatoia o vassoi) ricoperto da un canovaccio da cucina e lasciare asciugare al sole.






Dovrebbe essere sufficiente lasciare al sole (rigirando ogni tanto le fette delle zucchine) dalla mattina alla sera. A volte però, in alcuni posto, il clima è umido malgrado ci siano 40°. In questo caso, toccando le fette saranno ancora umide. Ecco. NON VA BENE.

In questo caso occorre ritirarle in case e rimetterle al sole la mattina successiva.


Devono essere proprio asciutte. Meglio secche che bagnate per intenderci.

Meglio ancora se si riesce a ritirarle al punto giusto.
Quindi potrebbe servire ancora mezza giornata di sole.
Preparare il condimento che è a piacere.
Io ho messo quello che ho seminato nell'orto: basilico fresco, maggiorana, alloro, aglio e peperoncino.

Ho fatto un miscuglio in una ciotolina, messo le fette di zucchina nei vasetti alternandole con le erbe aromatiche.

NON PRESSARE troppo le fette di zucchina perchè, col tempo, gonfieranno un pochino nell'olio e si gonfieranno, occorre lasciare un po' di spazio MA DEVONO ESSERE COPERTE D'OLIO.

Quindi coprirle appunto con buon olio di oliva (se piace anche evo), coprire il vaso con pellicola alimentare e lasciare riposare mezza giornata. Controllare il livello dell'olio. Se sceso occorre aggiungerne.


Poi chiudere con tappi nuovi ermetici.


A questo punto si può mettere al fresco in cantina. Io invece sterilizzo.

Sì sterilizzo anche i prodotti sott'olio.
Mi costa poca fatica in più e mi fa stare più tranquilla da rischi di intossicazione con i quali non si scherza.
Quindi metto i vasetti in acqua (anche calda, per velocizzare i tempi si può farla scorrere dal rubinetto e usarla già ad una certa temperatura) e calcolo 40 minuti dal bollore.




Poi fare raffreddare i vasetti nell'acqua, asciugarli, controllare che la capsula sia scesa e si sia creato il sottovuoto, etichettare, mettere in cantina e consumare non prima che sia trascorso un mese.

8 commenti:

  1. Ma che cosa carina! I sott'oli fatti in casa sono sempre tanto buoni:)
    a presto cara:*

    RispondiElimina
  2. Mamma mia che fatica che fai con queste conserve del tuo orto. Però poi te le godi tutte. Che meraviglia! Ciao, buona settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e infatti Maria Grazia una fatica bestiale, infatti credo proprio che dal prossimo anno mi ridimensionerò sempre che mio marito non faccia il testardo, in questo caso gli dirò di mettersi lui al fornelli :-) (ormai quest'anno l'orto è gigantesco e mica posso buttare via la roba)

      Elimina
  3. Beata te preso dall'orto ha un altro sapore. Buona settimana,

    RispondiElimina
  4. Mamma mia che lavorone hai fatto, a noi in questi giorni il caldo ci sta togliendo proprio le forze di fare qualunque cosa, se rinfresca un po' dobbiamo e vogliamo vasettare anche noi.
    Baciotti da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  5. così non le avevo mai viste, devono essere speciali, a presto

    RispondiElimina
  6. Il lavoro è stato tanto ma i risultati sono garantiti

    RispondiElimina
  7. Qui mi prendi proprio per la gola...adoro le verdure sott´olio. Poi tu le fai davvero buone!! Se mentre passi di qui vuoi portarne qualche vasetto .... :-D brava come sempre!!

    RispondiElimina

Grazie per essere passato/a a trovarmi!
E grazie per i tuoi commenti che mi aiuteranno a migliorare e ad arricchire questo blog.
Si chiede e si ricambia educazione :-)
I commenti sono moderati, per evitare l'antipatico codice captcha ovvero poter scremare lo spam; quindi non saranno immediatamente visibili. I commenti anonimi, privi di firma e link di riferimento al proprio sito-blog, o profilo pubblico non sono graditi e non verranno pubblicati

Buona giornata!

Visite

Le mie origini?

Le mie origini?
Piemonte & Sicilia

Partecipa al nostro Contest di "al Km 0"

Partecipa al nostro Contest di    "al Km 0"
Scade il 28-04-2017

Lettori fissi

Seguimi su Facebook

Seguimi su Pinterest

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito
Le dosi, se non diversamente specificato, sono da intendersi per 4 persone

Cosa cerchi?

Antipasti e finger food

Pasta fresca fatta in casa

Primi

Secondi

Secondi di pesce

Verdure e contorni

Torte salate & C.

Preparazioni base salate e dolci

Pane e lievitati salati

Brioches e lievitati dolci

Ricette di mio figlio

Dolcetti e Biscotti

Crostate e crostatine

Torte da credenza

Dolci al Cucchiaio

Dolci Fritti

Torte di compleanno e Dolci farciti

Dolci e lievitati per le feste

Conserve di frutta e verdura - liquori

Consigli dalla A alla Z per realizzare la pasta madre

Consigli dalla A alla Z per realizzare la pasta madre
Clicca sull'immagine per leggere

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura
Clicca sull'immagine per leggere

Privacy policy cookie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...