Lettori fissi

Contattami

Contattami
Per scrivermi clicca sull'immagine

Partecipo alla rubrica "al Km 0"

Partecipo alla rubrica "al Km 0"
il 2° e 4° venerdì di ogni mese

Contest Vinti

Contest a cui partecipo

Preleva il mio Banner

Batuffolando Ricette

Traduttore

English French German Spain Russian Portuguese
Powered by Calendar Labs

Condividi

Post Casuali

Commenti Recenti

Sono su Alice Cucina di agosto 2015

Sono su Alice Cucina di agosto 2015
Con la mia ricetta: peperoncini ripieni alla piemontese

Sono Su Il Giornale.it

Sono Su Il Giornale.it
Con la mia ricetta: risotto allo zafferano con salsiccia e toma piemontese

La mia collaborazione con LionsHome

Faccio parte di

Faccio parte di

Lena

Lena
..snob..io?

Jighen & Seng

Jighen & Seng
L'ora della pappa....

Jerry Lee & Zanna Bianca

Jerry Lee & Zanna Bianca
... sempre insieme

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

Comunika food

Welcome!

Welcome!
giovedì 7 marzo 2013
Qui in piemonte siamo famosi per i nostri grissini stirati a mano. La pasta non è la classica del pane eh no.... vi confesso una cosa: io una volta, tanti anni fa avevo un negozio. Ok: il mio fornitore di pane preferito era un vecchio panettiere, un signore scorbutico, guardava sempre storto, era sempre spettinato e di corsa, sempre tutto infarinato infatti quando mi portava il pane appena sfornato il pavimento del mio negozio si riempiva delle orme dei suoi zoccoli :-) però ogni tanto si lasciava andare a confidenze, i suoi segreti me li svelava..  purtroppo non c'è più da anni nel senso che è passato a miglior vita, mi aveva spiegato come si facevano i grissini come si facevano una volta e mi aveva spiegato l'impasto. La sua "ricetta" era addirittura di suo padre.

Cosa serve:

500 g. farina tipo 1
7 g. di malto
1 cucchiaino di sale fino
2 cucchiai di olio evo + quello per spennellare
200 ml. acqua tiepida
100 ml. latte tiepido
100 g. lievito madre rinfrescato oppure 8 g. lievito di birra fresco

Preparare la biga: sciogliere il lievito (che sia lievito madre come ho 
usato io o lievito di birra, usare lo stesso procedimento) nell'acqua 
leggermente tiepida. 

Per avere informazioni sul lievito madre leggi il mio post clicca  qui

Dopo circa 30 minuti aggiungere 200 g. circa di 
farina. Impastare dapprima con la forchetta, dentro ad una terrina, poi 
con le dita e lasciare lievitare almeno due ore coperto con pellicola alimentare.

Riprendere l'impasto ed aggiungere gli altri ingredienti sciogliendo precedentemente il malto nel latte appena-appena tiepido.


Trasferire l'impasto sulla spianatoia o sul foglio di silicone e impastare a lungo ma senza strapazzare troppo l'impasto, finchè diventa liscio ed  elastico. Metterlo in una terrina oliata leggermente e fare lievitare ancora finchè raddoppia il volume.

Difficile dire la durata: dipende dal lievito usato e dalla temperatura.

Quando è raddoppiato, riprendere l'impasto, sgonfiarlo delicatamente e con un coltello affilato o una raschia e ricavare dei salamini.


Allungarli con le mani ma sempre delicatamente e formare dei salamini. 

Metterli su una placca foderata con carta forno e lasciare ancora lievitare per una mezz'ora. Intanto riscaldare il forno (statico) a 180°

Spennellare i grissini con una mistura di olio evo ed acqua e poi spolverizzarli leggermente con poca farina.

Infornare i grissini per circa 20/25 minuti (dipende da quanto li avete fatti grossi) devono risultare dorati. Appena sfornati e caldi sono croccanti fuori ma morbidi dentro. Devono essere così! Conservarli nella carta del pane.











20 commenti:

  1. quanti ne sgranoccchierei......buoni!!!!!
    sai che le ricette come ingredienti sono le stesse ma poi la mano che lavora cambia e l'impasto sembra saperlo! hai mai provato una ricetta vista fare dalla nonna mille volte e non ti viene uguale???

    RispondiElimina
  2. Avevo 12 anni quando sono stata ospite di un'amica di famiglia in provincia di Alessandria. Tutto era diverso dal mio Abruzzo, non vedevo il mare ma distese di pianura intorno a me da percorrere di corsa in bicicletta e sulla tavola formaggi particolari, piccoli, morbidi, dalla scorza chiara da mangiare con croccanti grissini, tanti buonissimi grissini. Quando mio padre, dopo venti giorni, è venuto a prendermi ero così ingrassata che ne rimase meravigliato. Un bel ricordo dei grissini piemontesi, i torinesi non penso siano tanto diversi, da provare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per entrambe pallina e dana: assolutamente sì! :-))

      Elimina
  3. lievito appena rinfrescato... domani proverò di sicuro!!!
    grazie Sara

    RispondiElimina
  4. morbidi dentro e croccanti fuori... a questa frase stavo svenendo!

    RispondiElimina
  5. Sono splendidi!! Provo presto tua ricetta visti i risultati!! Bravissima :-) e grazie d essere passata :-)

    RispondiElimina
  6. Son talmente buoni che uno tira l'altro!

    RispondiElimina
  7. aspetto troppo invitante! inserisco subito, grazie! ma certo, valgono anche ricette dolci basta che siano leivitate con la pasta madre, nessuna altra limitazione! a presto!!!

    RispondiElimina
  8. io con i grissini potrei sentirmi male...uno tira l''altro!!! sembrano davvero irresistibili!!!

    RispondiElimina
  9. mi sa che ti rubo la ricetta!!!! :-)

    RispondiElimina
  10. Bellissimo risultato con il lm, da provare :)

    RispondiElimina
  11. Questi si che piacciono! Li proverò sicuramente, poi ti faccio sapere, spero che mi vengano belli come i tuoi. Bacio. eleonora

    RispondiElimina
  12. Se li avessi qui credo proprio che li finirei! :)

    RispondiElimina
  13. Che bella condivisione cara Batù
    e non parlo solo della ricetta
    ma anche del ricordo
    è strano come delle persone rimangano nella nostra mente per sempre....ecco.... dopo diverso tempo ....ti torna in mente lui e la sua farina e il suo sguardo e i suoi zoccoli...Una magia compiuta...
    Secondo me sono buonissimi anche i tuoi ma nel ricordo quelli lo erano sempre di più!!!!!
    Un grande abbraccio

    RispondiElimina
  14. Amo le ricette della tradizione, fatte con passione e cura amorevole e questa ne é una delle prove più veraci!!!
    A volte é proprio dai contest che vengono fuori questi capolavori della nostra bella terra
    Ho stampato la ricetta: domani grissini!!!

    RispondiElimina
  15. Che meraviglia! Mi sono iscritta fra i tuoi lettori per non perdermi altre meraviglie simili!!!

    RispondiElimina
  16. a Torino ho mangiato questo grissini e li ho subito adorati! prendo la ricetta, la proverò!

    RispondiElimina
  17. Ciao, ho aggiornato il post della ricetta degli Strauben e rose dove mancava la foto della preparazione.
    Spero di essere ancora in tempo per partecipare al tuo contest.
    Ti abbraccio forte.... mi prendo un grissino (fantastici) e me ne vado.
    Un bacione

    RispondiElimina
  18. Ciao mi chiamo karina...piacere di conoscerti!bellissimo blob...da oggi tua nuova follower unisciti al mio se ti va
    http://karinacosmetic.blogspot.it/ ti aspetto...kiss

    RispondiElimina
  19. I grissini???? Wooooooooooooooooooooooooow. Non ci crederai ma è una vita che voglio provare a farli, ma non so mai quale ricetta scegliere. Adesso so come fare. Grazieeeeeee

    RispondiElimina

Grazie per essere mio ospite e per i commenti che scriverai; andranno a migliorare e ad arricchire questo blog.
Si chiede e si ricambia educazione :-)
I commenti sono moderati, per evitare l'antipatico codice captcha ovvero poter scremare lo spam; quindi non saranno immediatamente visibili. I commenti anonimi, di qualunque genere, privi di firma e link di riferimento al proprio sito-blog non sono graditi e non verranno pubblicati

Buona giornata!

Le mie origini?

Le mie origini?
Piemonte & Sicilia

Seguimi su Facebook

Seguimi su Pinterest

La pagina facebook della nostra rubrica "al Km 0"

La pagina facebook della nostra rubrica "al Km 0"
Clicca sull'immagine

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito
Le dosi, se non diversamente specificato, sono da intendersi per 4 persone

Cosa cerchi?

Antipasti e finger food

Pasta fresca fatta in casa

Primi

Secondi

Secondi di pesce

Verdure e contorni

Torte salate & C.

Preparazioni base salate e dolci

Pane e lievitati salati

Brioches e lievitati dolci

Ricette di mio figlio

Dolcetti e Biscotti

Crostate e crostatine

Torte da credenza

Dolci al Cucchiaio

Dolci Fritti

Torte di compleanno e Dolci farciti

Dolci e lievitati per le feste

Conserve di frutta e verdura - liquori

Consigli dalla A alla Z per realizzare la pasta madre

Consigli dalla A alla Z per realizzare la pasta madre
Clicca sull'immagine per leggere

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura
Clicca sull'immagine per leggere

Privacy policy cookie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...