Lettori fissi

Contattami

Contattami
Per scrivermi clicca sull'immagine

Partecipo alla rubrica "al Km 0"

Partecipo alla rubrica "al Km 0"
il 2° e 4° venerdì di ogni mese

Contest Vinti

Contest a cui partecipo

Preleva il mio Banner

Batuffolando Ricette

Traduttore

English French German Spain Russian Portuguese
Powered by Calendar Labs

Condividi

Post Casuali

Commenti Recenti

Sono su Alice Cucina di agosto 2015

Sono su Alice Cucina di agosto 2015
Con la mia ricetta: peperoncini ripieni alla piemontese

Sono Su Il Giornale.it

Sono Su Il Giornale.it
Con la mia ricetta: risotto allo zafferano con salsiccia e toma piemontese

La mia collaborazione con LionsHome

Faccio parte di

Faccio parte di

Lena

Lena
..snob..io?

Jighen & Seng

Jighen & Seng
L'ora della pappa....

Jerry Lee & Zanna Bianca

Jerry Lee & Zanna Bianca
... sempre insieme

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

Comunika food

Welcome!

Welcome!
venerdì 9 marzo 2012
Questo pane l'ha fatto mio figlio Andrea (il primogenito ventiquattrenne) nella sua casetta e mi ha inviato le foto. A lui piace molto cucinare e sperimenta di tutto.
Ogni tanto gli dico: "non dovevi fare il Prof. ma lo chef!" :-)

La ricetta l'ha presa qui. Voi direte: "ma come? non segue le ricette della mamma, pane compreso?" massì.. certo che sì, ma prova anche altre idee prese dai libri, in rete ecc. ed è giusto sia così.
Certo le ricette di famiglia sono quelle ospitate in un angolino speciale nel cuore.
Bravo Andrea!

Cosa serve:

250 ml. acqua tiepida
500 g. farina bianca
25 g. lievito di birra
5 cucchiai d'olio
2 cucchiaini di zucchero
15 g. di sale

Iniziate la preparazione sbriciolando il lievito di birra in una piccola ciotolina: aggiungete 2 cucchiaini rasi di zucchero e mezzo bicchiere d'acqua tiepida; mescolate con un cucchiaino fino a sciogliere il lievito, poi coprite la ciotola con un piattino e attendete che sulla superficie del composto si formi una leggera schiuma.

Versate in una capiente ciotola, o su una spianatoia, la farina, facendo nel centro un buco, la cosiddetta "fontanella"; versate nella farina il composto di lievito, aggiungete l'olio, il sale disciolto nella rimanente acqua tiepida e iniziate ad impastare (almeno 10 minuti) fino a che la pasta risulti omogenea, elastica e liscia (all'occorrenza, se l'impasto risultasse duro, aggiungete ancora un po' di acqua e nel caso contrario, aggiungete invece un po' di farina).

Date all'impasto la forma di una palla e mettetelo in una terrina dal fondo infarinato che coprirete con un telo pulito e lascerete riposare in un luogo tiepido e lontano da correnti d'aria (ad esempio un armadio o il forno spento), per almeno due ore. Tenete presente che l'impasto deve raddoppiare il suo volume.Ora la vostra pasta base per il pane è pronta per essere infornata: date alla pasta una forma di pagnotta, praticatevi sopra quattro tagli (a forma di quadrato se la pagnotta è tonda oppure 3 tagli obliqui per il lungo se avete realizzato un filone) profondi circa 1 cm, e infornate la pagnotta in forno già caldo a circa 220° per circa venti minuti, dopodichè abbassate la temperatura del forno a 180° e proseguite la cottura per altri 20-25 minuti circa, impostando il calore sulla parte inferiore del forno

Mi ha detto che in una pagnotta ha aggiunto un po' di noce moscata e gli è piaciuto




31 commenti:

  1. Tale madre tale figlio! che bravo, complimenti! il pane è magnifico, ed è bello vedere la passione trasmessa di generazione in generazione! anche io spero che i miei figli si appassionino alla cucina, ora però sono piccoli ma vedessi come si danno da fare con i biscotti!! bacioni!

    RispondiElimina
  2. ma come fa piacere a una mamma che il figlio cucini??? io ci spero per il mio (16 mesi ah ah ah) ma mi sa che prende dal babbo con i motori

    RispondiElimina
  3. Che meraviglia! Saranno stati ottimi caldi caldi

    RispondiElimina
  4. E bravo il figlioletto! è sempre bene che uomo sappia cucinare! Baci

    RispondiElimina
  5. e bravo Andrea, ha preso tutta la bravura dalla mamma...

    RispondiElimina
  6. molto bravo tuo figlio complimentoni e un bacio a te batu'

    RispondiElimina
  7. che soddisfazione il pane!! buono.. lievitato benissimo a quanto pare! brava cara.. buon weekend!

    RispondiElimina
  8. Complimenti al tuo bambino!!!!!!!Ottime pagnotte!!!!!!

    RispondiElimina
  9. Che bravo!!! Complimenti a tuo figlio!!!!

    RispondiElimina
  10. e bravo Andrea..i geni non mentono!

    RispondiElimina
  11. E bravo tuo figlio!!! Ha 2 anni più di me e non è facile trovare un ragazzo che se la cava così hai fornelli!!!
    Bravo Andrea! E complimenti alla mamma! Da qualcuno avrà pur ripreso...no??!!!
    Un bacio, ciao!!!

    RispondiElimina
  12. Ma che bravissimo figlio che hai, queste si che sono soddisfazioni!!!
    Baci

    RispondiElimina
  13. il pane e' meraviglioso! davvero bravo tuo figlio Andrea:-) baci

    RispondiElimina
  14. Ma è una cosa di famiglia la vostra!! Complimenti ad Andrea, ha fatto un pane bellissimo e digli pure che gliel'ho copiato!! :)
    Buon we Batù!

    RispondiElimina
  15. Ciao, sono Andrea, figlio di Batù e autore del pane che avete così positivamente commentato. Grazie a tutti per i vostri giudizi lusinghieri! Vi consiglio di sperimentare a partire da questa ricetta base (utilizzando farine miste, aggiungendo semi di sesamo in superficie, o qualche gheriglio di noce nell'impasto, etc.). A presto!

    RispondiElimina
  16. Ma va??!!!Buon sangue non mente!!!!Dico, Batù, potevi mica farlo clonare??????un uomo che cucina!!!e con questi risultati!!!!Bravissimoooo (e brava la mamma, eh???i geni sono quelli:D)

    RispondiElimina
  17. che buono lo voglioooooooooooooo! complimenti!!!!!!

    RispondiElimina
  18. allora bravo andrea!!!un pane meraviglioso!!!

    RispondiElimina
  19. Cavolo, è davvero bravo! Anch'io ho un figlio ventiquattrenne, ma lui al massimo sa farcirsi un panino, altro che fare un pane così bello! :-D Complimenti, Andrea!!!

    RispondiElimina
  20. Bravissimo Andrea, tutto la mamma!
    p.s. ma tu lo hai generato in culla sto figlioooo?? ;-)
    Un abbraccio e buona domenica

    RispondiElimina
  21. complimenti ad Andrea....buona domenica...

    RispondiElimina
  22. e bravo andrea! sarà che a noi prof la panificazione viene proprio bene!!!
    buona domenica
    spery

    ps: cosa insegna Andrea?

    RispondiElimina
  23. :-) è proprio bravo in cucina, sì! bisogna ammetterlo :-) e sì il pane era davvero buono, poi io adoro la noce moscata e infatti quella pagnotta è sparita subito....hihihihihi!!!!!!

    RispondiElimina
  24. Degno figlio di cotanta Mamma!!!
    Bravi!!! Bacioni

    RispondiElimina
  25. Complimenti a tuo figlio Andrea veramente belli questi pani!!!
    ciao a presto ^_^

    RispondiElimina
  26. ehehe.. beh sì ero piuttosto giovane quando è nato. Avevo quasi 22 anni. A parte la fatica iniziale, sono molto contenta di avere un figlio così grande (anzi ne ho due grandi).
    Lui cucina di tutto e sperimenta di tutto ed è davvero bravo, ha preso senz'altro la passione da me :-)
    Spery: lui è laureato in lingue: hastudiatoTedesco e inglese.Con specialistica in traduzione.
    Sa anche discretamente il francese.(ma non l'ha studiata all'università, l'ha imparata per i cavoli suoi e con Enrica, la sua fidanzata)
    (spero di non aver fatto errori sennò mi sgrida.. magari in tedesco così non capisco.)

    RispondiElimina

Grazie per essere passato/a a trovarmi!
E grazie per i tuoi commenti che mi aiuteranno a migliorare e ad arricchire questo blog.
Si chiede e si ricambia educazione :-)
I commenti sono moderati, per evitare l'antipatico codice captcha ovvero poter scremare lo spam; quindi non saranno immediatamente visibili. I commenti anonimi, privi di firma e link di riferimento al proprio sito-blog, o profilo pubblico non sono graditi e non verranno pubblicati

Buona giornata!

Le mie origini?

Le mie origini?
Piemonte & Sicilia

Seguimi su Facebook

Seguimi su Pinterest

La nostra pagina facebook di "al Km 0"

La nostra pagina facebook di "al Km 0"
Clicca sull'immagine

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito
Le dosi, se non diversamente specificato, sono da intendersi per 4 persone

Cosa cerchi?

Antipasti e finger food

Pasta fresca fatta in casa

Primi

Secondi

Secondi di pesce

Verdure e contorni

Torte salate & C.

Preparazioni base salate e dolci

Pane e lievitati salati

Brioches e lievitati dolci

Ricette di mio figlio

Dolcetti e Biscotti

Crostate e crostatine

Torte da credenza

Dolci al Cucchiaio

Dolci Fritti

Torte di compleanno e Dolci farciti

Dolci e lievitati per le feste

Conserve di frutta e verdura - liquori

Consigli dalla A alla Z per realizzare la pasta madre

Consigli dalla A alla Z per realizzare la pasta madre
Clicca sull'immagine per leggere

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura
Clicca sull'immagine per leggere

Privacy policy cookie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...