Lettori fissi

Contattami

Contattami
Per scrivermi clicca sull'immagine

La nostra rubrica di ricette "al Km 0"

La nostra rubrica di ricette "al Km 0"
il 2° e 4° venerdì di ogni mese

Tutti i lunedì

Tutti i lunedì
ci sono anche io nel team!

Contest Vinti

Contest a cui partecipo

Preleva il mio Banner

Batuffolando Ricette

Traduttore

English French German Spain Russian Portuguese
Powered by Calendar Labs

Condividi

Post Casuali

Commenti Recenti

Sono su Alice Cucina di agosto 2015

Sono su Alice Cucina di agosto 2015
Con la mia ricetta: peperoncini ripieni alla piemontese

Sono Su Il Giornale.it

Sono Su Il Giornale.it
Con la mia ricetta: risotto allo zafferano con salsiccia e toma piemontese

La mia collaborazione con LionsHome

Faccio parte di

Faccio parte di

Lena

Lena
..snob..io?

Jighen & Seng

Jighen & Seng
L'ora della pappa....

Jerry Lee & Zanna Bianca

Jerry Lee & Zanna Bianca
... sempre insieme

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

Comunika food

Welcome!

Welcome!
venerdì 23 dicembre 2011
"Forse" l'ho già detto un tot di volte quanto mi piacciono i dolci con la ricotta.
Questa crostata la preparo spesso alternandola alla sorella maggiore che è la pastiera (dolce del periodo Pasquale ma che amo fare anche in altri periodi) Questa crostata me l'ha insegnata (come la pastiera del resto..) mia zia ed era solita prepararla per le feste Natalizie. (ma la preparo finchè ci sono le arance, stesso discorso della pastiera...)
E' una torta profumatissima, molto ma molto sostanziosa ed è ottima anche come sostituto del pranzo al posto del panino se mangiate forzatamente fuori casa. Ecco: una bella fettona e arrivate all'ora di cena senza stramazzare al suolo.

Cosa serve:

Per la pasta frolla:

300 gr. farina 00 (io ho usato antigrumi Molino Chiavazza)
150 gr. zucchero semolato
150 gr. burro ammorbidito
1 pizzico di sale
1 cucchiaio di liquore aromatizzato all'arancia. (io ho usato del liquore in cui vi erano sottospirito delle arance)
la scorza grattugiata di 1 arancia bio
la scorza grattugiata di 1 limone bio
1 uovo intero + 1 tuorlo.

Per la farcia:

500 gr. ricotta di pecora setacciata
6 cucchiai di zucchero a velo
4 uova + 1 tuorlo
1/2 fialetta millefiori
70 gr. arancia candita (possibilmente canditela voi, di seguito la spiegazione, oppure compratela al mercato a pezzi  - e la taglierete a tocchettini voi -  in quei banchetti dove vendono frutta candita siciliana, frutta martorana, frutta secca ecc. credo esistano in tutti i mercati, se potete evitate quella già a cubetti da supermercato che non è proprio da 110 e lode...)
100 gr. uvetta di corinto
marsala q.b.
2 cucchiai di pinoli

Per candire l'arancia:

sbucciare un paio di arance non trattate, e con la buccia spessa, al vivo, cercando di prendere poca parte bianca. Metterle in un casseruolino con acqua fredda, porre sul fuoco e portare ad ebollizione. Come prende bollore, buttare l'acqua. Ricoprire di nuovo le scorze con acqua fredda e rifare l'operazione per altre quattro volte.
Le scorze si ammorbidiranno e acquisiranno un colore arancione bellissimo e vivido e perderanno il sapore amaragnolo.

Scolarle. Fare bollire, a parte, uno sciroppo con 800 gr. di acqua e 600 gr. di zucchero. Aggiungere le scorzette e lasciare sobbollire finchè tutto il liquido sarà evaporato.

Scolarle nuovamente e farle raffreddare bene.

Per fare la crostata:

Mettere l'uvetta in ammollo nel marsala.

Amalgamare gli ingredienti per la pasta frolla con la punta della dita senza lavorarla troppo, avvolgere l'impasto a palla dentro pellicola trasparente e mettere in frigo a riposare almeno mezz'ora.

Intanto preparare la farcia:

prendere la ricotta e setacciarla, aggiungere lo zucchero, girare molto bene finchè si ottiene un composto liscio, poi aggiungere, una per volta, le uova e poi la 1/2 fialetta.

Accendere il forno a 180°
Aggiungere alla farcia l'uvetta scolata dal marsala ed infarinata, le scrozette di arancia tagliate a tocchetti e i pinoli.

Pronta da infornare

In una tortiera per crostate imburrata ed infarinata, stendete 3/4 di pasta frolla, bucherellate con una forchetta, stendete poi la farcia, ricoprite a gratella con il 1/4 di pasta fatto a stiscioline.
Infornate per una cinquantina di minuti a 180°, ma controllate: fate la prova stecchino. Dipende dal vostro forno e da quanto è asciutta o umida la ricotta. Lo stecchino, in questo caso, non deve essere asciuttissimo come una torta margherita, tanto per fare un esempio, ma non bagnato. La ricotta dovrà essere cotta ma non asciuttissima e il fondo non deve prendere colore, sennò diventa amaro.

Eccola sfornata

Fare raffreddare bene e servire. La crostata alla ricotta NON va messa in frigo mai! Il sapore si guasta. Bisogna consumarla!!!


Eccola pronta per essere gustata.



19 commenti:

  1. Ci delizi prima delle feste con una buonissima crostata!Brava!
    Buon Natale da Nani e Lolly!

    RispondiElimina
  2. ciao questa crostata è davvero invitante... dev'essere anche molto profumata ;-D
    Buon natale, ciao

    RispondiElimina
  3. ciao sono LAURA di PANE E OLIO, hai partecipato al mio contest sulle patate e ho creato un pdf scaricabile, basta che vieni nel mio blog e a destra trovi DOWNLOAD, basta cliccare, loggarsi su adobe reader e potrai scaricare il file. Se hai qualche problema, fammi sapere o sul mio blog o sulla mia email.
    paneeolioblog@gmail.com

    blog paneeolio.blogspot.com

    spero di averti fatto una cosa gradita, la qualità non è il massimo, ma è il primo PDF.
    baci e TANTI AUGURI DI BUONA NATALE.

    LAURA

    RispondiElimina
  4. Che bella!!! Anch'io adoro le ricette con la ricotta e anch'io spesso faccio la crostata semplice certo la pastiera è un'altra cosa che rimando a Pasqua però...
    Complimenti..ti è venuta benissimo e una fetta la prendo volentieri...
    Un grosso bacio
    e BUON NATALE!!!

    RispondiElimina
  5. Io adoro la ricotta, è uno dei pochi formaggi che mangio!
    Questa torta è paradisiaca!
    Spero che il focolaio vada un po' meglio, e che tu possa trascorrere il Natale tranquillamente, perlomeno in salute!
    Ti ho lasciato il mio link sul post del contest!
    Buon Natale!
    Dony

    RispondiElimina
  6. Adoro i dolci con la ricotta. Potrest partecipare al mio contest
    http://pannacioccolatoefantasia.blogspot.com/2011/11/contest-e-tu-natale-che-dolce-fai.html
    Tanti auguri di Buon Natale

    RispondiElimina
  7. Crostata strepitosa!! Auguri per un felice e sereno Natale..Dana de' I cuochi di Lucullo

    RispondiElimina
  8. ioi ti farei vincere il contest sulla fiducia ;)))
    brava

    cioa cris

    RispondiElimina
  9. Ciao Batù, spero ti sia ripresa bene, intanto di auguro un meraviglioso Natale!!!
    Un abbraccio, Sara

    RispondiElimina
  10. Crostata meravigliosa!! Spero tu ti sia ripresa, ti auguro uno splendido Natale.

    RispondiElimina
  11. Ragazzi.. qunto siete gentili :-) mi avete emozionata. Rispondo qui perchè da voi tutti, in questo momento, non ce la faccio a passare. Eh no.. la guarigione mi sa non è proprio dietro l'angolo, ma teniamo duro eh?
    Francesca: grazie dell'invito, vengo senz'altro a trovarti :-)

    RispondiElimina
  12. Batù come stai? Buon Natale.. Un abbraccio...

    RispondiElimina
  13. ho candito le casse di arancia quest'anno!!! la faro' sicuramente!!!! grazie x la ricetta e buone feste di cuore!!! ;-)))

    RispondiElimina
  14. Che bella, che buonaaaa!!!! Veramente ottima, ma avrei una domanda...la crostata di ricotta deve essere per forza fatta con canditi e uvetta??? Io non amo i canditi e nemmeno l'uvetta...devo dire che di solito poi quando qualcuno fa la crostata di ricotta la mangio senza badar troppo a canditi e uvetta, ma non c'è una ricettina senza questi due ingredienti??? Grazie mille e complimenti =)

    RispondiElimina
  15. mah nuora.. direi di sì, certo, ma quando faccio la pastiera o la crostata classica ehm... di solito te la pappi :-)

    RispondiElimina

Grazie per essere mio ospite e per i commenti che scriverai; andranno a migliorare e ad arricchire questo blog.
Si chiede e si ricambia educazione :-)
I commenti sono moderati, per evitare l'antipatico codice captcha ovvero poter scremare lo spam; quindi non saranno immediatamente visibili. I commenti anonimi, di qualunque genere, privi di firma e link di riferimento al proprio sito-blog non sono graditi e non verranno pubblicati

Buona giornata!

Le mie origini?

Le mie origini?
Piemonte & Sicilia

Seguimi su Facebook

Seguimi su Pinterest

La pagina facebook della nostra rubrica "al Km 0"

La pagina facebook della nostra rubrica "al Km 0"
Clicca sull'immagine

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito
Le dosi, se non diversamente specificato, sono da intendersi per 4 persone

Cosa cerchi?

Antipasti e finger food

Pasta fresca fatta in casa

Primi

Secondi

Secondi di pesce

Verdure e contorni

Torte salate & C.

Preparazioni base salate e dolci

Pane e lievitati salati

Brioches e lievitati dolci

Ricette di mio figlio

Dolcetti e Biscotti

Crostate e crostatine

Torte da credenza

Dolci al Cucchiaio

Dolci Fritti

Torte di compleanno e Dolci farciti

Dolci e lievitati per le feste

Conserve di frutta e verdura - liquori

Consigli dalla A alla Z per realizzare la pasta madre

Consigli dalla A alla Z per realizzare la pasta madre
Clicca sull'immagine per leggere

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura
Clicca sull'immagine per leggere

Privacy policy cookie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...