Contattami

Contattami
Per scrivermi clicca sull'immagine

Contest Vinti

Contest a cui partecipo

Preleva il mio Banner

Batuffolando Ricette

Traduttore

English French German Spain Russian Portuguese

Condividi

Post Casuali

Commenti Recenti

Sono su Alice Cucina di agosto 2015

Sono su Alice Cucina di agosto 2015
Con la mia ricetta: peperoncini ripieni alla piemontese

Sono Su Il Giornale.it

Sono Su Il Giornale.it
Con la mia ricetta: risotto allo zafferano con salsiccia e toma piemontese

La mia collaborazione con LionsHome

Faccio parte di

Faccio parte di

Lena

Lena
..snob..io?

Jighen & Seng

Jighen & Seng
L'ora della pappa....

Jerry Lee & Zanna Bianca

Jerry Lee & Zanna Bianca
... sempre insieme

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

"Chi abbandona gli animali è un vigliacco"

Comunika food

Welcome!

Welcome!
venerdì 8 marzo 2013
Questa è una torta davvero godereccia. Peccato che... la ricetta originale sia coperta da copyright.
Con la città di Zurigo, in realtà non c'entra nulla; è un'antica storia di un mastro pasticcere che, negli anni '30, ha confezionato questa torta su richiesta della principessa Jolanda di Savoia, frequentatrice della città della Cavalleria, cioè Pinerolo. Infatti questa delizia la trovate solo nelle pasticcerie di questa cittadina. La storia.
Dunque, essendo impossibile sapere esattamente gli ingredienti, la quantità, la procedura.. praticamente mi sono affidata alle mie papille ed alla sbirciatina che ho dato sul bancone della pasticceria, nella bacheca degli ingredienti.
Ho timidamente azzardato una domanda al pasticcere: ossia se la base fosse ehm... più assomigliate ad un pan di spagna al cioccolato, piuttosto che ad una pasta frolla al cioccolato, ecc. ecc. ma lui ha sapientemente glissato rispondendomi semplicemente che è la macchina che la fa,  manualmente sarebbe troppo complicato.
Umh...Mah. D'altronde.. che segreto sarebbe stato se me lo avesse confidato?

In ogni caso Torta Zurigo o meno, a noi tutti è piaciuta :-)
L'ho fatta per il compleanno di mio figlio. Per il suoi 23 anni.

Stranamente è avanzato un pezzettino e ho scoperto, così. che è più buona il giorno dopo.
Le ciliegine sulla torta (quella vera) appaiono glassate, ma a me non piace la glassa, dunque le ho lasciate natùre.

Cosa serve per la base:
150 gr. cioccolato fondente
150 gr. burro
3 tuorli
6 albumi
150 gr. zucchero a velo
105 gr. farina 00 Molino Chiavazza
1/4 bustina lievito per dolci
1 pizzico piccolissimo di sale

Cosa serve per la crema:
500 g. panna montata leggermente zuccherata
150 g. crema pasticcera
50 g. torrone

Cosa serve per decorare:
200 gr. cioccolato fondente
ciliegie sotto spirito (non amarene.. proprio ciliegie)

Preparare la base:
mettere il cioccolato ed il burro in un casseruolino capiente e fare sciogliere a bagno maria.
Accendere il forno a 210°

Togliere il casseruolino quando il cioccolato sarà fuso ed incorporare i tuorli, uno per volta, mescolando con un cucchiaio di legno.
Lasciare raffreddare. Montare con un pizzico di sale gli albumi a neve ben ferma, aggiungendo lo zucchero.

Trasferire 1/3 del composto nel casseruolino, aggiungere poi la farina setacciata al lievito, ed infine il resto degli albumi montati, facendo attenzione a mescolare dal basso verso l'alto per non smontare il composto.

Trasferire il tutto in uno stampo per torte imburrato ed infarinato di 26D
Mettere in forno a 201° per 10 minuti.
Abbassare a 150°/160° e far cuocere ancora per altri 20 minuti.
Spegnere, sfornare e lasciare raffreddare.

In realtà la torta è già buonissima così, risulta dìun dolce finissimo al cioccolato per la pochissima farina utlizzata.
ma noi vogliamo esagerare dunque... proseguiamo con la crema:

Montare la panna in un recipiente precedentemente raffreddato in frigo o nel freezer (idem per le fruste)

Fare la crema pasticcera con:
2 tuorli
50 g. zucchero semolato
15 g. farina 00 Molino Chiavazza
250 ml. di latte
una scorza di limone

Montate i tuorli con lo zucchero, aggiungere la farina. Versare, molto lentamente, il latte caldo ed unire una scorza intera di limone.
Mettere sul fuoco dolcissimo, sempre mescolando con un cucchiaio di legno o una frusta di legno o in silicone, e fare raddensare. Ci vorranno pochissimi minuti.
Eliminare la scorza e fare raffreddare mescolando di tanto in tanto per evitare la fromazione di grumi.
Utilizzare 150 gr. della crema pasticcera per la preparazione della torta. Quel che resta.. beh.. mangiatela magari con una bella macedonia di frutta!



Quando fredda mescolarla con la panna montata, mooolto delicatamente, ne uscirà una crema soffice e vellutata. aggiungere il torrone tritato molto finemente e 50 gr. di cioccolato a scaglie.

Mettete in frigo.
Far sciogliere a bagno maria il cioccolato rimasto, una volta fuso stenderlo su un tagliere aiutandovi con una spatola.


Quando tutto sarà ben freddo, potrete assemblare la torta.
Tagliare in due la base, prendere le ciliegie, solarle conservando il liquore. Allungarlo con acqua.
Con questa bagna spennellare bene i due dischi.

Farcire il primo con meno della metà della crema. Coprire con l'altro e farcire con altra crema conservandone un po' per guarnire.
Prendere una siringa per dolci o una sac-a-poche e formare dei ciuffetti sul quali adagerete le ciliegie.

Prendete il tagliere con il cioccolato fuso, deve essere ben freddo, si sarà solidificato. Dovete ricavare dei riccioli con l'arricciaburro o un coltello non seghettato. Il cioccolato deve essere raddensato ma non indurito del tutto sennò faticherete a fare questa operazione.




E' un po' lunghetta sì.. ma ne vale la pena







25 commenti:

  1. Batu questa è perfetta, l'altra va benissimo se aggiorni la data anche lì! :) bacio!

    RispondiElimina
  2. Complimenti, e' bella,dall'aspetto sembra pure buonissima!

    RispondiElimina
  3. Io l'ho gradita veramente! Complimenti una torta strepitosa sei stata favolosa!!! Buona settimana I cuochi di Lucullo

    RispondiElimina
  4. ciao Batu' sono appena rientrata e ho visto la tua torta ,brava anche tu e grazie del tuo commento.in bocca al lupo abbracci Maria^_^

    RispondiElimina
  5. Grazie per aver partecipato al mio contest con questa golosità!
    ciao e buona serata

    RispondiElimina
  6. 'Mazza che buona! me la mangio con gli occhi!!!Tuo figlio sarà stato felicissimo!Gli faccio tanti auguri!
    Complimenti per la torta!Baci, Irene

    RispondiElimina
  7. Ci credo sia valsa la pena, dalla descrizione sono certa sia buonissima! Da copiare!
    A presto!

    RispondiElimina
  8. L'abbiamo assaggiata anche noi, buonissima, ma non sapevamo che la ricetta fosse top secret, diciamo che la tua ci ispira molto, la foto della torta è di stupefacente bellezza e se il giorno dopo è ancora più buona bisognerà farne avanzare un paio di fette allora!
    Baciotti da Sabrina&Luca
    P.S. Alice Ginevra è molto attratta dalla tastiera del pc di Luca, difatti appena la vede fa capire che vuole sedersi lì e guai se non le si dà retta!

    RispondiElimina
  9. Complimenti Batù, che meraviglia questo dolce, non lo conoscevo, grazie cara!!!!!!!

    RispondiElimina
  10. Ciao Batu' son tornata dopo la chiusura del mio blog senza spiegazioni... E cosa trovo?! Questa golosità con una storia curiosa.... Brava e auguri a tuo figlio:-)

    RispondiElimina
  11. ma davvero è top secret?wow che bontà stragolosa hai fatto benissimo a ripubblicarla!!!buona giornata

    RispondiElimina
  12. Hai fatto benissimo a ri-pubblicare questa ricettina superlativa anche perchè hai condiviso con noi un attimo di pura ed esaltante dolcezza, grazie ed in bocca al lupo per i contest!

    RispondiElimina
  13. Ciao, è la prima volta che passo nel tuo blog e ogni ricetta è più buona dell'altra. Complimenti, passerò ancora di qui!

    RispondiElimina
  14. come non gradirla..è una delizia!!
    complimenti!!

    RispondiElimina
  15. Deliziosa, me la ricordo bene, era stato faticoso farla, ma era venuta davvero benissimo!!! Che buonaaaaaaaaaaa!!!! Provatela!!!

    RispondiElimina
  16. Ciao Batù, sono Valentina del contest "I migliori anni della nostra vita" ideato insieme a Ferdinando. Che bella la tua torta e complimenti per la presentazione, sei stata molto brava a prepararla tu senza seguire una ricetta "specifica", ma in fin dei conti il segreto non poteva essere svelato dal pasticcere!! Che bella che è, la vado ad aggiungere anche alla lista del mio blog, e se ti va di passare a trovarmi mi fa piacere *-*

    RispondiElimina
  17. io gradisco sì il reinserimento, e pure la storia!!^^

    RispondiElimina
  18. Grazie delle ricette,inserisco subito

    RispondiElimina
  19. oggi mi è capitato di mangiare la torta zurigo nel ristorante in cui abbiamo festeggiato la Pasqua e si presentava come un pan di spagna tagliato a metà con all'interno una crema che poteva essere a base di torrone e ricoperta con la stessa crema e una glassa leggera e tante piccole scaglie di ciocc. fondente. l'insieme era leggero, gustoso e bella a vedersi, senza le ciliege di cui ho letto ed il colore generale era chiaro poichè di cioccolato aveva soltanto le scaglie.
    se qualcuno avesse la ricetta sarei curiosa di provare a farla. grazie..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao anonima (hai dimenticato di firmarti :-)) la ricetta originale, come ho scritto nel post, è coperta da copyright, segreta insomma. Quindi noi poveri tapini, possiamo solo tentare di riprodurre quello che sentiamo in bocca, il chè non è affatto facile. Quello che ti posso dire con certezza è che in quella originale la superficie non è glassata, ma ricoperta della stessa crema che c'è all'interno e poi ancora ricoperta di soffici ed impalpalbili nuvole di cioccolato (occorre avere una macchina apposita professionale per ottenerle - ne sono sicurissima poichè ho chiesto al pasticciere) e che le ciliegie sotto spirito ci vanno, eccome se ci vanno! grazie a te e buona Pasquetta!!!! che voglia mi hai fatto venire di mangiarla

      Elimina
  20. Che meraviglia Simona, non conoscevo la torta zurigo dev'essere d'un buono!Complimenti. Buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma che cara che sei ad averla cercata nel mio ricettario... grazie di cuore! non preoccuparti Dani, in realtà se vai solo a 20 km dalla mia cittadina non è conosciuta la torta. Ce le pappiamo tutte noi :-) bacioni e grazie!

      Elimina
  21. stavo cercando infatti la torta Zurigo che ho assaporato oggi a Prarostino,e la tua mi sembra la migliore di tutte quelle viste ma non ho ben caoito una cosa tu dici nella preparazione della base di usare 1/3 del composto e il rimanente? e poi ti posso chiedere se sono obbligata a mettere le ciliegie a casa mia non piacciono a nessuno,spero di riuscire a farla anche perché devo usare la farina senza glutine ciao e ancora complimenti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Pubblico il tuo commento anche se generalmente quelli anonimi li cestino se non vedo link al proprio profilo personale o blog perchè arrivano valanghe di spam, e devo filtrare per forza, ma in questo caso non mi sembra lo sia :-)
      allora.. per risponderti: dico 1/3 del composto di albumi, per non smontare la massa e di seguito aggiungere tutto il resto (quindi i restanti 2/3) adesso rileggo non vorrei essermi espressa male, dici che non si capisce? uhm..
      poi: le ciliegie sì in effetti ci vogliono, ma va da se che se in famiglia non piacciono non metterle, (oltretutto, come sai, dato che l'hai potuta assaporare, vanno sotto spirito, qundi magari se ci sono bambini o astemi non vanno bene, fai solo ciuffetti di panna montata e ricciolini di cioccolato.
      Tieni ben-ben presente che questa è la mia personale elaborazione della torta suddetta, Non sarà mai uguale poichè è una ricetta segreta, coperta da copyright, a furia di mangiarla :-) e cercare di carpire qualcosa al pasticcere... è nata la mia versione del tutto personalizzata. Ci tengo a dirlo perchè quella originale è, ovviamente, un altra cosa, ma diciamo che si avvicina e comunque è una torta molto buona, si fa mangiare :-)
      Oltretutto i ricciolini di cioccolato in realtà non si possono fare a casa occorre la sfogliatrice per cioccolato. D'altronde non sarebbe così famosa dalle nostre parti se non fosse impossibile da replicare perfettamente :-)
      Per la farina senza glutine... eh.. è effettivamente un problema, ovvero: la base vera della torta zurigo originale è come avrai potuto sentire sotto i denti, molto particolare, non saprei cosa consigliarti, non ho abbastanza conoscenza in tal senso. (forse la farina di teff? mah non so.. magari un preparato già mixato per frolle e ci aggiungi un pochino di cremor tartaro e bicarbonato + cacao.. potresti ovviare così, ma non sono certa, è una riflessione la mia) fammi sapere se la fai ok? magari se vuoi firmarti o linkare i riferimenti al tuo profilo mi farà piacere. ciao e grazie

      Elimina

Grazie per essere passato/a a trovarmi!
E grazie per i tuoi commenti che mi aiuteranno a migliorare e ad arricchire questo blog.
Si chiede e si ricambia educazione :-)
I commenti sono moderati, per evitare l'antipatico codice captcha ovvero poter scremare lo spam; quindi non saranno immediatamente visibili. I commenti anonimi, privi di firma e link di riferimento al proprio sito-blog, o profilo pubblico non sono graditi e non verranno pubblicati

Buona giornata!

Visite

Le mie origini?

Le mie origini?
Piemonte & Sicilia

Partecipa al nostro Contest di "al Km 0"

Partecipa al nostro Contest di    "al Km 0"
Scade il 28-04-2017

Lettori fissi

Seguimi su Facebook

Seguimi su Pinterest

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito

RICETTARIO Per leggere tutte le ricette clicca sulle immagini delle categorie elencate di seguito
Le dosi, se non diversamente specificato, sono da intendersi per 4 persone

Cosa cerchi?

Antipasti e finger food

Pasta fresca fatta in casa

Primi

Secondi

Secondi di pesce

Verdure e contorni

Torte salate & C.

Preparazioni base salate e dolci

Pane e lievitati salati

Brioches e lievitati dolci

Ricette di mio figlio

Dolcetti e Biscotti

Crostate e crostatine

Torte da credenza

Dolci al Cucchiaio

Dolci Fritti

Torte di compleanno e Dolci farciti

Dolci e lievitati per le feste

Conserve di frutta e verdura - liquori

Consigli dalla A alla Z per realizzare la pasta madre

Consigli dalla A alla Z per realizzare la pasta madre
Clicca sull'immagine per leggere

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura

Consigli dalla A alla Z per preparare e sterilizzare conserve di frutta e verdura
Clicca sull'immagine per leggere

Privacy policy cookie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...